BLOG SPB24

San Pietroburgo e le sue infinite sfaccettature è l'oggetto di questo blog: dedicato a turisti e residenti.

L'impellente bisogno di un fiore

La Russia come paese delle grandi opportunità: forse sì, soprattutto di notte. Se nel bel mezzo del sonno vieni colto da fami insaziabili o seti inappagabili non c'è da preoccuparsi, l'alimentari sotto casa è sempre aperto. Ma ancora peggio, se in piena notte, disgraziatamente, vittima di un furioso litigio con la tua donna, dovessi necessitare dell'acquisto strategico di un profumato bouquet di fiori... uomini di tutto il mondo, rallegratevi, perché in Russia tutto questo è possibile!

Anita e i fiori a San Pietroburgo

Vota:
Continua a leggere
1759 Visite

La maratona dei musei

Quarantadue tappe tra musei e biblioteche, quarantadue chilometri da un capo all'altro di San Pietroburgo: le misure giuste per una maratona tutta a piedi! L'occasione ideale per realizzare questo piano diabolico si è presentata con la tanto attesa notte dei musei, aperti fino al mattino. Una macchina fotografica in mano, un pettorale con scritto “stampa” e una corsetta leggera in divisa sportiva, sudata e puzzolente, è stata la ricetta giusta per superare senza problemi lunghissime file di rispettabili e pazienti visitatori notturni.

Anita VOX

Vota:
Continua a leggere
1656 Visite

Alzi un braccio ed eccoti un passaggio

Ci sono cose che a raccontarle ad una madre apprensiva farebbero a dir poco spavento. Eppure in Russia sono così naturali.

Anita Vox macchina

Vota:
Continua a leggere
1986 Visite

Il tramonto dell'era sglaciale

Pare che il pericolo maggiore sia passato: non c'è momento peggiore del disgelo, per aggirarsi a piedi in questa città. Tra marzo e aprile, le lastre di ghiaccio pestate da milioni di piedi cominciano a prendere vita e a scomparire con malcelata discrezione: sul ciglio della strada si accumulano smisurati pantani, mentre i tubi di scarico dei tetti rigettano grosse pepite ghiacciate. Il pericolo però non viene solo dal basso, ma soprattutto dall'alto: i blocchi di ghiaccio rimasti a lungo aggrappati sui tetti si staccano, cadendo dai palazzi con gran fracasso: ogni anno qualcuno ci rimette le penne.

Anita e l'era sglaciale a San Pietroburgo

Vota:
Continua a leggere
1562 Visite

L'elettrotecnico con la macchina da cucire

San Pietroburgo è come una sceneggiatura teatrale, basta affacciarsi oltre la tenda delle quinte e si scoprono realtà inattese. Dal lussuoso corridoio tra le boutique della galleria “Passage”, sulla prospettiva Nevsky, basta alzare il naso e salire al terzo piano: non più sontuosi negozi ma, nella stessa grande sala, troviamo botteghe con accessori fatti a mano, borse, scarpe ed abiti di designer e stilisti quasi solo russi, un luogo dove c'è davvero spazio per tutti.

Anita e l'elettrotecnico a San Pietroburgo

Vota:
Continua a leggere
1429 Visite