Giunge in città in treno da Mosca: nessuna scritta di benvenuto alla stazione. Decide di estendere il suo binomio interiore Italia-Russia ancora in giovane età, partendo in una fredda giornata di gennaio alla scoperta della capitale del Nord, segnata dalla nostalgia verso i suoi padri italiani. Una curiosa impertinente. 

L'impellente bisogno di un fiore

La Russia come paese delle grandi opportunità: forse sì, soprattutto di notte. Se nel bel mezzo del sonno vieni colto da fami insaziabili o seti inappagabili non c'è da preoccuparsi, l'alimentari sotto casa è sempre aperto. Ma ancora peggio, se in piena notte, disgraziatamente, vittima di un furioso litigio con la tua donna, dovessi necessitare dell'acquisto strategico di un profumato bouquet di fiori... uomini di tutto il mondo, rallegratevi, perché in Russia tutto questo è possibile!

Anita e i fiori a San Pietroburgo

Vota:
Continua a leggere
1839 Visite

La maratona dei musei

Quarantadue tappe tra musei e biblioteche, quarantadue chilometri da un capo all'altro di San Pietroburgo: le misure giuste per una maratona tutta a piedi! L'occasione ideale per realizzare questo piano diabolico si è presentata con la tanto attesa notte dei musei, aperti fino al mattino. Una macchina fotografica in mano, un pettorale con scritto “stampa” e una corsetta leggera in divisa sportiva, sudata e puzzolente, è stata la ricetta giusta per superare senza problemi lunghissime file di rispettabili e pazienti visitatori notturni.

Anita VOX

Vota:
Continua a leggere
1722 Visite

Gallegria! Alla scoperta di curiosi edifici recuperati

In una delle mie perlustrazioni urbane alla ricerca di una gallegria, mi ritrovo in un vicolo cieco: vedo solo un grande edificio che pare smantellato. Entro perché l'indirizzo dovrebbe essere esatto, infatti leggo sul muro “Aperto Gallery”, freccia a sinistra. Solo la luce del giorno illumina le scale fatiscenti, rumori di trapani di sottofondo e voci lontane: l'edificio è nel pieno di grandi lavori in corso. Leggo sull'antico pavimento '1886' e realizzo di aver trovato un'altra di quelle strutture abbandonate che vengono restituite al mondo per farne uso utile e creativo.

Anita e la Gallegria

Vota:
Continua a leggere
1700 Visite

Alzi un braccio ed eccoti un passaggio

Ci sono cose che a raccontarle ad una madre apprensiva farebbero a dir poco spavento. Eppure in Russia sono così naturali.

Anita Vox macchina

Vota:
Continua a leggere
2076 Visite

Non è pur sempre amore?

Oggi pomeriggio vado alla scoperta di un nuovo cinema dal nome curioso: “Cinema senza pop corn”, uno di quei soliti posti da scovare tra decine di insegne, locandine, manifesti, frecce e indicazioni attaccate alla rinfusa sulla parete.

Una giornata particolare” è il film italiano che proiettano oggi: in un giorno la storia drammatica di un'epoca – siamo nel 1938 – e in un giorno la storia triste di una parte dell'umanità – il protagonista è omosessuale.

Anita: amore

Vota:
Continua a leggere
1633 Visite